Dynamicsoft / Blog

Scritto da Dynamicsoft S.r.l. , 3 ottobre 2017

Web to print: il mercato europeo

Tra dubbi e incertezze, può esserci un avvenire?

Nell’ articolo precedente abbiamo visto come il settore della stampa sia in forte crescita nel mercato italiano (clicca QUI). Ormai è sotto gli occhi di tutti come il mercato della stampa stia mutando in un’ottica sempre più web, ed è indiscutibile che il cosiddetto Web to print rappresenterà per molti aspetti il futuro della stampa.

In particolar modo, abbiamo osservato come molte aziende operanti nel settore delle arti grafiche stiano investendo sempre di più nella vendita online, Ecommerce.  Sappiamo bene che Ecommerce non è sempre sinonimo di Web to print (clicca QUI) e sappiamo anche come molte aziende preferiscono fare questo tipo di implementazione complessa affrontando tutti i rischi che ne derivano. C’è ancora spazio per il mercato del Web to print in Italia, ma nel mercato europeo

Le ricerche realizzate da InfoTrends evidenziano come il numero di aziende dotate di una soluzione Web to print crescerà del 68% nei prossimi 5 anni. Questa ricerca pone in evidenza come il mercato della stampa è diviso equamente tra due tipologie di utenti: gli ambiziosi e i diffidenti. I primi sono coloro che colgono appieno le potenzialità che il mondo del web e di Internet può offrire; i secondi, invece, sono coloro che rifiutano tali strumenti o non sono convinti dei benefici che potrebbero trarne.

Lo studio, basato su 652 interviste a stampatori di 13 paesi europei, rivela che circa un terzo degli intervistati possiede già una soluzione Web to print. Emerge che negli anni ci si aspetta un ulteriore incremento nel corso dei prossimi 5 anni, fino a oltre due terzi di utenti.

Bisogna sottolineare che la maggior parte delle imprese di stampa offrono funzionalità web-based elementari: il 90% delle aziende europee che operano nel settore della stampa affermano che possono fornire attualmente ai propri clienti la possibilità di inviare file pronti per la stampa attraverso un’interfaccia web brandizzata. Sembra comunque che gli stampatori europei siano meno propensi a offrire servizi Web to print più complessi e automatizzati, o applicazioni a dati variabili. Infatti, solo un quarto di coloro che utilizzano un sistema Web to print forniscono preventivi in automatico via web (un dato che cresce fino al 62% se si includono gli utenti che pensano di farlo in futuro).

Sussiste tuttavia una certa confusione in merito al termine “Web to print”: il 26% degli stampatori europei ammette infatti di non avere la certezza assoluta del significato. Se si tratta di comprenderne l’accezione, i paesi nordici guidano la classifica:
- Finlandia, 10%
- Danimarca, 12%
- Norvegia, 16 %
- Svezia, 18%

Non c’è da meravigliarsi riguardo a questi dati perché anche coloro che dovrebbero essere gli addetti ai lavori confondono il W2P con un servizio riservato solo ed esclusivamente alla stampa digitale.

In conclusione, il W2P ha certamente un avvenire, come affermano le ricerche di mercato. Certamente non deve limitarsi alla sola stampa digitale altrimenti perderebbe tutte le potenzialità riducendosi ad un servizio di copyshop. Le aziende che intendono investire in un progetto W2P non possono improvvisare e non possono neanche limitarsi nelle soluzioni da offrire ai propri clienti. Per concretizzare questo modello di business, Wsc Printer è la soluzione giusta: la piattaforma in cui convive il virtuale e il reale, la teoria e la pratica, il vecchio (know how e competenza) e il nuovo, attitudine all’ innovazione, modernità e dinamismo.

Vuoi affidarti ad esperti di soluzioni strategiche per progetti Web to print? 
Affidati a degli esperti del settore, richiedi un progetto Web to print! 

CONTATTACI








Ricevi gli aggiornamenti del blog
Accetto la normativa sulla privacy policy