Dynamicsoft / Blog

Scritto da Dynamicsoft S.r.l. , 17 luglio 2017

Conosci davvero come fare un check up aziendale?

Ecco cosa devi sapere

Per avviare un progetto Web-to-print è importante fare un briefing aziendale in cui dovranno essere toccati tutti i punti necessari per avviare la nuova attività. Le fasi descritte in precedenza (clicca QUI) partono necessariamente da qui; importante è quindi una riunione con il management per analizzare e definire il budget da investire nel progetto. Un check sull’azienda sarà oggetto di valutazione. 

Il check-up aziendale è uno strumento efficace di autovalutazione in grado di fornire una panoramica completa e un’auto-diagnosi dell’azienda; inoltre, serve per migliorare le performance dell’attività in quanto consente di prendere le giuste decisioni strategiche. È una fase essenziale in quanto è possibile individuare sin da subito la natura e la radice di eventuali problemi, nonché di scoprire il possibile potenziale inespresso dell’impresa e/o le potenzialità di sviluppo dell’impresa stessa.
Tutte le diverse tipologie di analisi condotte in questa fase consentono di produrre diverse valutazioni:

IoT

Analisi costi interni/esterni

IoT

Punti di forza

IoT

Punti di debolezza

IoT

Obiettivo da raggiungere/Definizione obiettivi e tempistiche

IoT

Budget iniziale da investire/Analisi risorse coinvolte nel progetto

IoT

Budget campagne di web marketing e social


E’ necessario analizzare scrupolosamente le entrate, le uscite, il numero di nuovi clienti acquisiti . In generale per avere un’idea più chiara sui fattori statistici, è necessario fare un punto della situazione sull’analisi dei costi interni/esterni.

Un check-up dettagliato è in grado di rilevare punti di forza e punti di debolezza, non sempre evidenti all’imprenditore, con occhio attento al mercato.

Gli obiettivi di un buon check-up aziendale sono quelli di far crescere l’impresa, facilitare il suo sviluppo, concretizzare i suoi progetti, avvicinarla ai risultati desiderati, renderla consapevole delle sue capacità e accrescere la competitività.

Grazie al check-up aziendale si ha una maggiore sicurezza nell’utilizzo degli strumenti adatti per porsi sui mercati giusti e stringere relazioni strategiche attraverso un budget iniziale da investire e un budget destinato alle campagne di web marketing e social.

In conclusione bisogna analizzare i costi, successivamente capire quali possono essere i punti di forza, i punti di debolezza e le competenze distintive. Si devono tener presente le opportunità, le minacce, le incertezze e la disponibilità delle risorse. Solo una corretta autoanalisi e una successiva progettazione dell’organizzazione possono sia determinare le strategie che contribuiscono al successo, sia definire le linee guida per lo sviluppo di azioni di marketing e comunicazione.

Il check-up aziendale deve essere visto come un punto di partenza per un miglioramento continuo.
 

Fai crescere la tua attività, affidati a degli esperti del settore!
Richiedi un progetto completo e personalizzato per la tua attività di stampa online.

CONTATTACI


Ricevi gli aggiornamenti del blog
Accetto la normativa sulla privacy policy